Informativa cookies

  • PUBBLICATA IN G.U. LA C.D. “MANOVRA CORRETTIVA”: NOVITÀ IN MATERIA FISCALE

    04 Maggio / Senza categoria
    È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 24 aprile 2017, n. 95, il D.L. 24 aprile 2017, n. 50, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo.
    In particolare, tra le novità introdotte in ambito fiscale, si segnalano le seguenti:
    • l’estensione del meccanismo del c.d. split payment.
    Dall’1.7.2017 lo spilt payment è obbligatorio anche per le operazioni effettuate dai lavoratori autonomi (soggetti a ritenuta alla fonte) nei confronti della Pubblica Amministrazione, come definita dall’art. 1, comma 2, Legge n. 196/2009, e per le operazioni effettuate nei confronti disocietà controllate e società quotate. È comunque previsto un decreto attuativo per la disposizione;
    • il limite delle compensazioni dei crediti, relativi ad IVA, imposte dirette, IRAP e ritenute, che necessitano del visto di conformità passa da euro 15.000 ad euro 5.000.
    È stato inoltre soppresso il limite annuo (€ 5.000) che obbligava i soggetti IVA all’utilizzo dei servizitelematici messi a disposizione dall’Agenzia (Entratel/Fisconline) per la compensazione delcredito nel Mod. F24: l’utilizzo in compensazione nel Mod. F24 va effettuato utilizzando i predetti servizitelematici dell’Agenzia indipendentemente dal relativo importo. Ciò riguarda i crediti IVA, IRES, IRPEF, addizionali, IRAP, ritenute alla fonte, imposte sostitutive e crediti d’imposta da quadro RU;
    • l’introduzione della cedolare secca, con aliquota del 21% in caso di opzione, sui redditi derivanti dai contratti di locazione breve stipulati a partire dal 1° giugno 2017. In merito alle locazioni brevi, si segnala, inoltre, l’introduzione dell’obbligo per le piattaforme quali “AirBnb” di applicare la cedolare come sostituti d’imposta;
    • la rideterminazione della base ACE, ossia è previsto che gli incrementi patrimoniali formatisi in anni passati non confluiscano nel calcolo.
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *